cosa NON sono

Ma tu cosa sei ?

Ma tu cosa sei ? questa è la domanda che mi sento fare. A volte non la sento, ma so che è la domanda che mi verrebbe volentieri fatta. Solo i bambini me la fanno senza problemi. Eppure è una domanda giusta, perchè il più delle volte risulta vero che io NON SONO una qualunque delle cose che il mio interlocutore aveva immaginato. Ed è una domanda che mi diverte anche, perchè ci sono tantissimi modi per rispondere… e uno di questi è di scherzare su tutto ciò che NON sento di essere…

non sono un uomo...

non sono un uomo...

...e nemmeno una donna

...e nemmeno una donna

non sono un maschio etero...

non sono un maschio etero...

...e nemmeno una femmina lesbica

...e nemmeno una femmina lesbica

...e non faccio pubblicità all'acqua (ma mi piace la foto)

...e non faccio pubblicità all'acqua (ma mi piace la foto)

Dal pensiero di zio Magenta – novembre 2003

(libere riflessioni per menti aperte)

(dedicato a tutt* noi, n.d.w.)

travestiti liberamente in casa e fuori casa di giorno e di notte in funzione dell’obiettivo che ti poni. scegli il tuo obiettivo.
quello del travestimento e’ camuffarsi per sembrare qualcuno o qualcosa che non si e’.
di solito non si e’ un personaggio dei fumetti una motocicletta eccetera.

se poni il quesito sulla lista transgender forse il tuo obiettivo e’ essere te stesso.
ecco dunque in sintesi qualche spunto spassionato da zio magenta.

1. uomo e donna sono due modelli di comportamento imposti con la violenza.

2. diffida delle regole che ti hanno insegnato genitori e compagnia bella. adotta l’immagine che ritieni opportuna e modificala ogniqualvolta lo desideri. vestiti come vuoi. pensa come vuoi.

3. tutte le sensazioni che provi ti appartengono. sono innate fanno parte di te del tuo corpo e della tua mente.
non e’ vero che i maschi abbiano sensazioni maschili e le femmine quelle femminili. eppure l’educazione intesa come lavaggio del cervello induce i maschi che abbiano sensazioni cosidette femminili a ritenere di essere malati. la medesima cultura insegna che queste persone siano nate nel corpo sbagliato le definisce errori della natura.

chi casca nel tranello conserva questa cultura e modifica se stesso: diventa o uomo o donna una volta superato il periodo della transizione (la **malattia** transessuale). nessuno vuole accorgersi che i maschi i quali avvertano sensazioni cosidette femminili sono perfettamente sani di corpo e di mente: quelle sensazioni non sono affatto esclusivamente femminili proprio in quanto avvertite anche da maschi. [idem viceversa per le femmine]

sin da piccoli a questi maschi si insegna a sberloni che quelle sensazioni vanno nascoste.
questa e’ la cultura occidentale evoluta. in base alla quale tuttora i censimenti registrano esattamente solo cio’ che si decide di vedere, non cio’ che esiste. i censimenti servono a nascondere. liberati da queste menzogne.
smaschera la cultura che attribuisce un sesso alle sensazioni ed ai pensieri. elimina la cultura che da false premesse crea false malattie e – peggio – false cure.
impedisci a genitori idioti di violentare la natura dei propri figli. inventa una cultura che insegna a vivere e a manifestare le proprie sensazioni. che libera maschi e femmine da assurdi vincoli e codici di immagine e comportamento.dimentica le idee uomo donna transessuale travestito eterosessuale omosessuale bisessuale: questi concetti non sono al tuo servizio bensi’ ti rendono loro servo.

4. adesso non dirmi che ti senti semplicemente donna

in alto i cuori